Da Berna

/Da Berna

Newsletter giugno 2018 – sessione estiva delle Camere federali

Gentili signore ed egregi signori, amiche ed amici,
“c’è una forza motrice più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà.” (cit. A. Einstein)…l’estate è iniziata, ma l’impegno politico non si ferma.

Settimana scorsa si è chiusa la sessione estiva delle Camere federali. Tredici giorni di lavori parlamentari. Abbiamo, tra le decine di trattande, discusso tre iniziative popolari, rivisto il diritto societario e quello degli acquisti pubblici, nonché prorogato la Legge federale sugli aiuti finanziari per la custodia di bambini complementare alla famiglia (ulteriori 130 milioni!).

[…]

Di |giugno 2018|Articoli, Da Berna, News, Vario|0 Commenti

20° anniversario del genocidio di Srebrenica

Stimato Signor presidente del Consiglio Nazionale Rossini,
Stimato Signor presidente del Consiglio degli Stati Hâche,

nel luglio 1995, durante la guerra in Bosnia Erzegovina (1992-1995), migliaia di civili si rifugiarono nella città di Srebrenica considerandola un rifugio sicuro per la presenza dei caschi blu olandesi dell’ONU. L’11 luglio 1995 la formazione armata della republika Serbska, sotto il comando di R. Mladić, occupò la città di Srebrenica e pianificò l’uccisione di civili musulmani. Furono massacrate e sepolte in fosse comuni 8’372 persone di nazionalità bosniaca, ragazzi e uomini tra i 14 e i 65 anni, migliaia di donne furono vittime di stupri, violenze e rese profughe. […]

Di |giugno 2015|Da Berna, Interventi|0 Commenti

Coraggio di cambiare!

Ci sono riforme che si possono ridurre a un calcolo aritmetico, mentre altre hanno un valore complessivo non monetizzabile a corto termine. Generalmente si tratta di investimenti in infrastrutture (pensiamo alla rete autostradale e ad Alptransit) o di cambiamenti sostanziali nell’approccio a una realtà. […]

Di |maggio 2015|Da Berna, News, Vario|0 Commenti

Legge federale per il miglioramento dello scambio d‘informazioni tra autorità in materia di armi

Nell’ambito della sicurezza pubblica ci sono misure utili ed efficaci, mentre altre sono puramente declamatorie. Purtroppo quest’ultime comportano spesso grande burocrazia e pochi risultati concreti. Accanto a numerose modifiche sensate – come ad esempio lo scambio di informazioni tra i autorità militari, penali e di polizia o la messa in rete dei registri cantonali – questa revisione comprende la proposta di registrazione obbligatoria a posteriori di tutte le armi da fuoco non dichiarate. Avremmo in questo modo maggiore sicurezza? […]

Di |maggio 2015|Da Berna, Interventi|0 Commenti

Intervento conferenza stampa comitato NO all’iniziativa «Imposta sull’energia invece dell’IVA»

Chi sostiene quest’iniziativa gioca d’azzardo e rischia di compromettere fortemente l’equilibrio finanziario della Confederazione, sia a corto che a lungo termine. Una “Berna federale” in difficoltà finanziaria metterebbe a dura prova anche Cantoni e Comuni, così come numerose realtà private.

Diese Initiative ist ein gefährliches Lotteriespiel, das die öffentlichen Finanzen des Bundes, der Kantone und der Gemeinden, sowohl kurz- als auch mittelfristig, massiv schädigen würde.

L’IVA è la principale entrata della Confederazione; nel 2012 ha portato poco più di 22 miliardi, circa un terzo del bilancio federale. La nuova imposta sull’energia, così come presentata, non dà garanzie di colmare il vuoto che si creerebbe con la soppressione repentina dell’IVA. In aggiunta, se dovesse raggiungere gli obiettivi auspicati dai promotori, si ridurrebbero gradualmente le entrate della Confederazione tanto da rendere necessario o un innalzamento a dismisura dell’aliquota (quanti franchi vogliamo pagare per un litro di benzina?) oppure l’introduzione di nuove tasse alternative. Quale ulteriore conseguenza è ipotizzabile un aumento dell’imposizione fiscale generale.

Quest’iniziativa mette quindi pesantemente le mani nelle tasche dei cittadini. Die Promotoren dieser Initiative greifen massiv in das Portemonnaie der Bürger ein.
33 centesimi per kilowattora, 3 franchi e 30 per litro di gasolio da riscaldamento e 3 franchi per litro di benzina? Siamo totalmente fuori strada, è irresponsabile! […]

Di |gennaio 2015|Da Berna, Interventi|0 Commenti

Legge federale concernente il transito stradale nella regione alpina. Risanamento galleria autostradale del San Gottardo

Chi oggi si oppone al progetto di risanamento del tunnel del San Gottardo, cosi come presentato dal Governo, denota una visione esclusivamente ideologica del grave problema (voi siete contrari di principio ad ogni progetto stradale!) oppure totale mancanza di rispetto per il Ticino (non riconoscete l’importanza del San Gottardo per tutto il Paese). I lavori di risanamento previsti fra una decina di anni non sono un’invenzione dei ticinesi; non è un nostro capriccio. Il tunnel va risanato, su questo non si discute. Vi sono lavori in corso in tutta la Svizzera.
La prevista chiusura di 3 anni sarebbe per il Ticino […]

Di |settembre 2014|Da Berna, Interventi|0 Commenti

Risanamento galleria autostradale del San Gottardo

Chi oggi si oppone al progetto di risanamento del tunnel del San Gottardo, così come presentato dal Governo, denota una visione esclusivamente ideologica del grave problema (voi siete contrari di principio ad ogni progetto stradale!) oppure totale mancanza di rispetto per il Ticino (non riconoscete l’importanza del San Gottardo per tutto il Paese). I lavori di risanamento previsti fra una decina di anni non sono un’invenzione dei ticinesi; non è un nostro capriccio. Il tunnel va risanato, su questo non si discute. Vi sono lavori in corso in tutta la Svizzera. […]

Di |settembre 2014|Da Berna, Interventi|0 Commenti

Iniziativa popolare imposta sull’energia invece dell’IVA

Vogliamo introdurre una nuova tassa su tutte le energie non rinnovabili? E per non pesare troppo sui cittadini sopprimiamo l’IVA? La proposta di questa iniziativa è molto complessa e articolata, non permette risposte di pancia, ma impone una riflessione. Si propone un cambiamento che creerebbe uno scossone per le finanze pubbliche della Confederazione. Nel contesto attuale – dove le questioni ambientali sono al vertice dell’agenda politica e dove è urgente pianificare l’approvvigionamento energetico futuro – gli obiettivi perseguiti dall’iniziativa sono comprensibili. Non mancano tuttavia le insidie e le perplessità legate soprattutto a due aspetti dell’iniziativa:
1. quali ripercussioni avremo abolendo l’IVA?
2. quali maggiori costi per le aziende e i privati comporterà la proposta nuova tassa sull’energia?
Costerà a tutti e si stima parecchio! Non sarà facile trovare un equilibrio. In pericolo vi è la stabilità delle finanze federali. Questo in un momento già ricco di incognite e soprattutto in un’era in cui lo Stato sociale costa sempre più. […]

Di |settembre 2014|Da Berna, Interventi|0 Commenti

Iniziativa “Ecopop”: un approccio irresponsabile e pericoloso

Formulo i miei complimenti a chi ha scelto il titolo di questa iniziativa popolare: “Stop alla sovrappopolazione, sì alla conservazione delle basi naturali della vita”. Chi non desidera impegnarsi direttamente per gestire la preoccupante e incessante crescita demografica che sta mettendo a repentaglio la sostenibilità del globo? Chi in una maniera o nell’altra non si impegna per la conservazione delle basi naturali della vita? Nulla di più chiaro. Lasciatemelo dire, discutessimo e votassimo solo sul titolo, ci troveremmo confrontati ad una grande iniziativa. Impossibile essere contrari e combatterla. […]

Di |giugno 2014|Da Berna, Interventi|0 Commenti

Sostenere le famiglie, esentare dalle imposte gli assegni per figli

Quale promotore e tra i primi firmatari di questa iniziativa popolare mi rallegro di vederla finalmente all’ordine del giorno. Si tratta di una proposta tanto logica, quanto purtroppo osteggiata da chi ha un approccio prettamente burocratico. Questa è tuttavia politica a favore delle famiglie e dei figli della Svizzera di domani. Non mi faccio illusioni sul risultato parlamentare, ma sono convinto che la popolazione è e sarà con noi. Gli assegni per figli e gli assegni di formazione vanno esentati dalle imposte. Non esistono compromessi o vie alternative. Quanto lo Stato giustamente dà alle famiglie, non deve pesare fiscalmente. Non si può dare con una mano e togliere con l’altra. Chi si oppone a questa iniziativa prende in giro le famiglie. […]

Di |giugno 2014|Da Berna, Interventi|0 Commenti