Marco

/Marco

Riguardo Marco

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Fino ad ora ha creato 235 articoli del blog.

Una politica ambientale fondata sulla ragione

La politica climatica non si limiti a slogan e azioni simboliche. Agli scioperi e agli striscioni devono seguire atti concreti e realizzabili nei differenti livelli istituzionali. Il cambiamento climatico è realtà. Sulle cause e sugli sviluppi anche il mondo scientifico è diviso. Nella quotidianità abbiamo tutti ampi margini per assumere atteggiamenti maggiormente orientati alla responsabilità e alla sostenibilità. Servono poi senz’altro nuove politiche, ma occorre anche riconoscere quanto già realizzato negli ultimi decenni. La politica climatica non è un’invenzione del 2019, non deve essere un dogma e non è monopolio di pochi eletti. Il PPD è al fronte da decenni, basti citare l’articolo costituzionale federale per la protezione dell’ambiente inserito nel 1971, la svolta energetica promossa da Doris Leuthard e l’impegno per la mobilità elettrica. Il margine di manovra resta ampio. […]

Di |agosto 2019|Articoli, News|0 Commenti

Newsletter – agosto 2019 – La campagna per le Federali del 20 ottobre è lanciata!

Care concittadine e cari concittadini,
care amiche e cari amici,

fra 5 settimane si inizierà a votare per eleggere i nuovi rappresentanti ticinesi in Consiglio nazionale e al Consiglio degli Stati.

Con umiltà, mi ripresento per una nuova legislatura in cui vorrei fare tesoro delle esperienze acquisite e assumermi ancora maggiori responsabilità a Berna.
Amo il mio Paese, amo l’attività che svolgo e, con i pregi e i difetti che mi contraddistinguono, mi permetto di chiedere di rinnovarmi la fiducia. Da parte mia posso garantirvi: impegno, presenza, efficacia.

Trovate maggiori informazioni su www.marcoromano.ch: segnalo un recente intervento pubblico dove illustro le mie motivazioni in questa […]

Di |agosto 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

Intervento al Congresso PPD Ticino – Elezioni federali 2019 – 25 agosto 2019, Airolo

Quattro anni fa con il vostro straordinario sostegno ho ottenuto un risultato elettorale eccezionale. Mi ha dato tanta energia durante l’intera legislatura. Con gratitudine verso chi mi sostiene ho fatto del mio meglio con successi e insuccessi, ma sempre convinto delle nostre idee.

Mi ripresento motivato per una nuova legislatura in cui vorrei poter fare tesoro delle esperienze acquisite e assumermi ancora maggiori responsabilità nel gruppo parlamentare e nel Parlamento.

Amo il mio Paese, amo l’attività che svolgo e – con i pregi e i difetti che mi contraddistinguono – mi permetto di chiedervi di rinnovarmi la fiducia. In questa campagna elettorale serve uno sforzo superlativo.

Da parte mia, come vedete nella mia immagine di campagna, vi garantisco, amiche ed amici: IMPEGNO, PRESENZA ED EFFICACIA. […]

Di |agosto 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

Il margine di manovra esiste!

L’autunno è dietro l’angolo, non manca quindi molto alla comunicazione dei premi di cassa malati per l’anno prossimo. L’estate ha già dato i primi segnali in linea con il passato recente: i premi, strettamente connessi ai costi globali della salute, continueranno a salire. Il peso maggiore lo porta il ceto medio: una famiglia di quattro persone paga circa 15’000 franchi di premi all’anno. Mentre le entrate stagnano, cresce la quota parte destinata ai costi della salute senza poter (non che lo si voglia!) beneficiare di aiuti statali nella forma di sussidi. Il budget familiare ne risente tanto quanto l’insoddisfazione nei confronti della politica incapace da decenni di realizzare riforme utili a modificare la tendenza.

Il sistema sanitario svizzero è d’eccellenza ma molto complesso. Non esistono soluzioni semplici e veloci. La situazione è tesa. Tutti gli attori del sistema, non solo il regolatore (la politica), sono fermi in attesa che siano “altri” a compiere un primo passo. Non è “tutta colpa delle casse malati”, è l’intero apparato a generare costi crescenti. Di conseguenza si è chiamati a pagare sempre più tramite premi e, senza accorgersene, tramite le imposte. La coperta è corta. […]

Di |agosto 2019|Articoli, News|0 Commenti

Allocuzione del 1° agosto 2019

Auguri Svizzera! Care concittadine e cari concittadini, autorità presenti, signore e signori: buon 1° agosto.

La festa nazionale è un momento privilegiato e simbolico per riflettere e guardare al nostro Paese. La vostra presenza questa sera conferma il desiderio di condividere un momento di comunità e di celebrare la Festa nazionale: un evento simbolico che deve unire. Grazie per la partecipazione!

Come ogni Paese o comunità o famiglia, la Svizzera vive successi e insuccessi, incontra gioie e sofferenze, momenti positivi e criticità. Nel contesto internazionale siamo comunque privilegiati, nei primi posti di numerosi ranking internazionali, in molti aspetti fortunati e anche laddove vi sono difficoltà disponiamo di basi forti per attutirle. Siamo un modello di successo, dove non è tutto perfetto, ma dove vi sono le condizioni quadro per gestire le grandi sfide del presente. Non è tutto scontato o evidente, come taluni potrebbero pensare. Non è frutto del caso o del destino, ma è il risultato di un’opera secolare generata in larghissima misura dalle donne e dagli uomini che vivono questo Paese.
[…]

Di |agosto 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

Due iniziative dannose per il settore primario!

La Svizzera è piccola, ma variegata. Tradizionalmente pensiamo all’eterogeneità culturale e linguistica, ma anche a livello territoriale e di attività troviamo una grande varietà in spazi molto ristretti. Accanto a montagne e laghi, nel piano e in collina convivono attività agricole, industriali e di servizi, tanto in prossimità degli agglomerati cittadini quanto nelle periferie. Il settore primario è parte integrante del nostro territorio e della nostra economia. La ristrettezza degli spazi impone grande prudenza nella gestione delle varie attività anche in ottica di protezione e rispetto per l’ambiente e le risorse naturali.

Attualmente alle Camere federali sono pendenti due iniziative popolari […]

Di |luglio 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

Newsletter – giugno 2019

“Riunirsi insieme significa iniziare. Rimanere insieme significa progredire. Lavorare insieme significa avere successo” (cit. H. Ford)

Gentili Signore ed egregi Signori,
care Amiche e cari Amici,

la sessione estiva delle Camere federali si è chiusa settimana scorsa. Abbiamo approvato 26 miliardi per progetti infrastrutturali, ferrovia e strade, fondamentali per la Svizzera di domani.
La nuova legge sulle commesse pubbliche darà valore alla qualità e alla sostenibilità, accanto al prezzo, nei lavori e nei prodotti commissionati dallo Stato. La riformata Legge sulle assicurazioni sociali contrasterà meglio gli abusi. Un congedo paternità minimale non è lontano dal divenire realtà. Cito con piacere tre accenti […]

Di |giugno 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

Potenziamento dell’A2, solo così si evita il collasso

I collegamenti tra il Mendrisiotto e il Luganese sono fragili e inadeguati. L’intasamento di strade e treni negli orari di punta rappresenta un danno ambientale, economico e sociale. Per il futuro, purtroppo con ampio ritardo, sono previsti due fondamentali progetti infrastrutturali, entrambi federali e di attualità mediatica in questi giorni. Parimenti occorrerà, laddove possibile, modificare abitudini e regole (ad es. lavoro e scuola) per meglio gestire gli spostamenti durante la giornata.

Il progetto di potenziamento della capacità autostradale da Lugano a Mendrisio (PO-LU-ME) e il completamento di Alptransit a sud sono assolutamente complementari, ma divergono tanto nei tempi di esecuzione quanto nel finanziamento. La necessità di entrambi è comprovata. […]

Di |giugno 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

Non penalizzare il matrimonio

Il Consiglio nazionale ha approvato giovedì scorso, con 102 voti a 74 e 1 astenuto, un’iniziativa cantonale del Canton Argovia che chiede di eliminare senza indugio la discriminazione delle coppie sposate e delle coppie in unione domestica registrata rispetto ai concubini, sia sotto il profilo fiscale sia sotto il profilo delle assicurazioni sociali. “Di nuovo”, dirà chi segue attentamente la politica nazionale. Il Parlamento chiede infatti ancora una volta al Governo di sanare una distorsione fiscale già “denunciata” dal Tribunale federale nel 1984. Per anni le Camere federali hanno fatto melina tanto da costringere il PPD a promuovere un’iniziativa popolare.
È inaccettabile e inammissibile che una coppia dopo il matrimonio o l’unione domestica registrata paghi più imposte rispetto al momento in cui era concubina. Il matrimonio è fiscalmente penalizzato. Negli anni è stato apportato qualche correttivo nei Cantoni, ma la problematica è tutt’altro che risolta.
Nel 2016 il Popolo ha con uno scarto ridottissimo respinto l’iniziativa popolare PPD volta a sanare la penalizzazione. La maggioranza dei Cantoni approvò il testo, ma il Popolo la respinse dopo una campagna in cui vi fu un’abile esasperazione del testo in votazione. […]

Di |maggio 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

Il plurilinguismo è un valore aggiunto

Intervista pubblicata su Il Caffè, 14.04.2019

Gli italofoni sono nettamente sottorappresentati nei posti chiave dell’amministrazione. Qual è la sua reazione?
“Sono deluso e arrabbiato. L’amministrazione federale è il cuore del nostro Stato. Lavora per il Paese. Serve tutte le sue componenti e deve relazionarsi con esse rispettando la varietà linguistica. Il radicarsi di un blocco monolitico svizzero-tedesco è preoccupante. Non basta prenderne atto e lamentarsi. La Svizzera italiana deve reagire: Berna non è lontana e la Confederazione è un ottimo datore di lavoro. I vertici della Confederazione devono prendere misure più incisive per favorire l’equa presenza delle comunità linguistiche”.

La coesione nazionale di cui la Svizzera va tanto fiera il 1° agosto è solo un mito?
“Il plurilinguismo è una risorsa eccezionale. Non un concetto astratto da sventolare nei discorsi ma un plusvalore da vivere attivamente. È un reale collante tra le singole componenti del Paese. È il ponte tra differenti culture, regioni e dinamiche. La conoscenza delle lingue nazionali deve rimanere fra le nostre priorità e va promossa in tutti i contesti. Solo così manterremo la nostra specificità in un mondo che tende a relativizzare le identità. In questo ambito sia il mondo della scuola sia l’amministrazione pubblica giocano un ruolo chiave”. […]

Di |aprile 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti