Interventi

/Interventi

Iniziativa popolare imposta sull’energia invece dell’IVA

Vogliamo introdurre una nuova tassa su tutte le energie non rinnovabili? E per non pesare troppo sui cittadini sopprimiamo l’IVA? La proposta di questa iniziativa è molto complessa e articolata, non permette risposte di pancia, ma impone una riflessione. Si propone un cambiamento che creerebbe uno scossone per le finanze pubbliche della Confederazione. Nel contesto attuale – dove le questioni ambientali sono al vertice dell’agenda politica e dove è urgente pianificare l’approvvigionamento energetico futuro – gli obiettivi perseguiti dall’iniziativa sono comprensibili. Non mancano tuttavia le insidie e le perplessità legate soprattutto a due aspetti dell’iniziativa:
1. quali ripercussioni avremo abolendo l’IVA?
2. quali maggiori costi per le aziende e i privati comporterà la proposta nuova tassa sull’energia?
Costerà a tutti e si stima parecchio! Non sarà facile trovare un equilibrio. In pericolo vi è la stabilità delle finanze federali. Questo in un momento già ricco di incognite e soprattutto in un’era in cui lo Stato sociale costa sempre più. […]

Di |settembre 2014|Da Berna, Interventi|0 Commenti

Iniziativa “Ecopop”: un approccio irresponsabile e pericoloso

Formulo i miei complimenti a chi ha scelto il titolo di questa iniziativa popolare: “Stop alla sovrappopolazione, sì alla conservazione delle basi naturali della vita”. Chi non desidera impegnarsi direttamente per gestire la preoccupante e incessante crescita demografica che sta mettendo a repentaglio la sostenibilità del globo? Chi in una maniera o nell’altra non si impegna per la conservazione delle basi naturali della vita? Nulla di più chiaro. Lasciatemelo dire, discutessimo e votassimo solo sul titolo, ci troveremmo confrontati ad una grande iniziativa. Impossibile essere contrari e combatterla. […]

Di |giugno 2014|Da Berna, Interventi|0 Commenti

Sostenere le famiglie, esentare dalle imposte gli assegni per figli

Quale promotore e tra i primi firmatari di questa iniziativa popolare mi rallegro di vederla finalmente all’ordine del giorno. Si tratta di una proposta tanto logica, quanto purtroppo osteggiata da chi ha un approccio prettamente burocratico. Questa è tuttavia politica a favore delle famiglie e dei figli della Svizzera di domani. Non mi faccio illusioni sul risultato parlamentare, ma sono convinto che la popolazione è e sarà con noi. Gli assegni per figli e gli assegni di formazione vanno esentati dalle imposte. Non esistono compromessi o vie alternative. Quanto lo Stato giustamente dà alle famiglie, non deve pesare fiscalmente. Non si può dare con una mano e togliere con l’altra. Chi si oppone a questa iniziativa prende in giro le famiglie. […]

Di |giugno 2014|Da Berna, Interventi|0 Commenti

Partecipazione della Svizzera alla KFOR – Proroga dell’impiego della Swisscoy

L’impegno della Svizzera in Kosovo nell’ambito della missione internazionale KFOR è una dimostrazione concreta e positiva dell’impiego sussidiario dell’esercito svizzero nella promozione e nel mantenimento della pace. Il Gruppo PPD sostiene questo decreto federale. La partecipazione della Svizzera alla Forza multinazionale in Kosovo (KFOR) va prolungata fino al momento in cui sarà necessaria.
Si tratta di un impiego qualitativamente apprezzato e utile, sia in un’ottica di politica estera sia, molto rilevante, per i risvolti di politica interna. Diciamolo chiaramente: la Svizzera ha un interesse diretto nella stabilità del Kosovo, volenti o nolenti siamo legati a questo Paese. Il beneficio complessivo per la Svizzera è elevato. Si tratta di un investimento e non di un costo. […]

Di |marzo 2014|Da Berna, Interventi|0 Commenti

Iniziativa sui salari minimi – intervento in Consiglio nazionale

Un salario minimo uguale per tutti in ogni angolo della Svizzera è una proposta politica per un dibattito sui principi, ma non è una nozione pratica da inserire nel nostro sistema legislativo. Un salario minimo a livello nazionale non è la soluzione ai problemi di dumping salariale presenti in Svizzera. La tendenza, soprattutto nelle zone di Confine come il Ticino, il Giura o Ginevra, verso un preoccupante livellamento verso il basso dei salari è un dato di fatto. Colleghe e colleghi, in questa sala troppi non ne sono ancora – o non ne vogliono essere – coscienti. Questa iniziativa non è tuttavia la soluzione e, anzi, valutando le sue conseguenze globali vi sono elementi concreti per affermare che gli effetti negativi saranno superiori ai benefici. L’iniziativa popolare va respinta. […]

Di |dicembre 2013|Da Berna, Interventi|0 Commenti

Intervento al convegno “La cultura e la tutela della libertà nella vita politica”

Questa manifestazione, magistralmente organizzata dall’amico Salvatore Maria Fares, è un’occasione privilegiata per uscire dal vortice della quotidianità dell’attività politica e di dedicarci ad un approfondimento e a una riflessione su principi cardine del nostro operare e del nostro Stato. Mi pare che sia palese a tutti la tendenza ad una politica sempre più orientata – forse limitata? – al dibattito (alla controversia) d’attualità, all’esclusiva ricerca di una soluzione del problema quotidiano. Il corto termine predomina nettamente e crescentemente. Il quotidiano, soprattutto nel modello federalista e di milizia svizzero, è determinato dalla “Realpolitik”. Con pragmatismo, evitando approcci eccessivamente ideologici, si ricercano consenso e una maggioranza utile su ogni singolo dossier. Un approccio pratico e orientato alla soluzione. Cambiano costantemente le alleanze e le maggioranze. […]

Di |novembre 2013|Interventi, Vario|0 Commenti

Il lavoro nella Commissione parlamentare di redazione. Esperienze e riflessioni – Seminario dei traduttori in lingua italiana al servizio della Confederazione

Gentili signore ed egregi signori,
innanzitutto ringrazio sentitamente per l’invito. E’ un piacere e un onore portarvi il saluto della commissione parlamentare di redazione di lingua italiana e del suo presidente, consigliere agli Stati, Fabio Abate. Personalmente sono membro di questa commissione dal dicembre 2011 e in questi primi due anni di esperienza ho avuto modo di scoprire un’attività tanto interessante quanto importante sia per il quadro giuridico nazionale sia per la presenza dell’italiano nel nostro Stato federale. […]

Di |ottobre 2013|Interventi, Vario|0 Commenti

Lettera aperta alla Direzione nazionale delle FFS – Servizio minibar – ICN da e per il Ticino

Stimato Direttore Meyer,
con la presente a titolo personale e a nome di numerosi viaggiatori che si muovono da e per il Ticino utilizzando la ferrovia lungo la via del San Gottardo, mi permetto esprimere grande opposizione per la decisione di eliminare i carrellini minibar sui treni ICN. La soppressione doveva essere sperimentale per tre mesi nella scorsa primavera, ma nel frattempo pare essere divenuta definitiva. La clientela non è informata. […]

Di |settembre 2013|Interventi, Vario|0 Commenti

1° agosto – Allocuzione al museo svizzero del Ballenberg

Care concittadine e cari concittadini,

buon 1° agosto! Mi rallegro di poter festeggiare con voi qui al Ballenberg il 722° compleanno della madre Patria. In questo museo all’aperto viviamo un condensato di tradizione e vita Svizzera.

“Più si riesce a guardare indietro, più avanti si riuscirà a vedere”. Questa frase dello statista Winston Churchill ben si addice al luogo in cui ci troviamo. Chi visita il Ballenberg ha l’opportunità di capire cosa è stata nel passato la Svizzera; dove e come vivevamo. È visibile a tutti che siamo uno Stato ricco di diversità, ma con valori fondamentali comuni che affondano le radici nella Storia della nostra gente e delle nostre tradizioni. Non abbiamo tutti la stessa identità culturale, non parliamo tutti la medesima lingua, le nostre città e le nostre campagne non sono tutte identiche. Siamo però tutti svizzeri. Orgogliosi di esserlo e di festeggiare insieme il Natale della Patria. […]

Di |agosto 2013|Interventi, Vario|0 Commenti

Dibattito in Consiglio Nazionale: iniziativa contro l’immigrazione di massa

L’iniziativa “contro l’immigrazione di massa” utilizza un colpo di cannone per uccidere un’ape (per restare in tema con il dibattito di ieri). Sparando, molto verosimilmente, ucciderete l’ape, ma tacete, o non comprendete, le conseguenze del colpo su tutto quanto sta attorno. Gli effetti collaterali saranno pesanti e la presunta soluzione espone a gravi pericoli la Svizzera. […]

Di |giugno 2013|Da Berna, Interventi|0 Commenti