Punti di vista

110, 2019

Newsletter – Con voi per il Ticino e per la Svizzera

Di |ottobre 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

Ben fatto” è meglio che “ben detto” (B. Franklin)

Care concittadine e cari concittadini,
care amiche e cari amici,

l’ultima sessione delle Camere federali si è chiusa venerdì scorso. Con spirito tipicamente elvetico, il Parlamento ha lavorato fino all’ultimo, lasciando la campagna elettorale fuori dalle sale di Palazzo. Molte sono state le decisioni su temi di primo piano per lo sviluppo del Paese:

Abbiamo approvato l’introduzione di un congedo paternità minimo a livello nazionale. Un compromesso ragionevole, utile e finanziariamente sostenibile, a cui sono fiero di aver contribuito con un lavoro durato diversi anni.
Abbiamo portato a termine la revisione totale della Legge […]

1909, 2019

La dignità della persona e il valore del lavoro e dell’esperienza meritano rispetto e sostegno

Di |settembre 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

Tutto va sempre più veloce. Quest’accelerazione coinvolge praticamente ogni ambito della nostra società e di conseguenza anche il mondo del lavoro. Si cita continuamente la digitalizzazione, ma di fatto il fenomeno è più ampio. L’accelerazione rende gli equilibri sempre più instabili. Non tutti hanno “il ritmo” o le competenze per “stare al passo”. Simili dinamiche creano evidentemente scompensi e distorsioni. A subirne le conseguenze sono soprattutto gli attori meno forti del sistema; personalmente detesto l’uso della definizione “più deboli”. Le statistiche lo confermano in maniera ineluttabile: tra i giovanissimi e i lavoratori over 50, i dati della disoccupazione e dell’assistenza evidenziano cifre fuori dalla media.

Chi si presenta sul mercato del lavoro con carenze formative o con difficoltà a rispondere alle accresciute esigenze imposte e chi perde il lavoro dopo i 50 anni fatica maggiormente a trovare soluzioni adeguate. I primi non trovano la giusta collocazione con il rischio, dopo vari tentativi falliti o senza una formazione terminata, di dipendere dallo stato sociale sin dalla giovane età. I secondi non riescono a ricollocarsi nel mondo del lavoro, ricadendo nella categoria dei disoccupati di lunga durata. Le cifre parlano chiaro e mi preoccupano. […]

1709, 2019

Iniziativa per la limitazione: un grande e pericoloso inganno

Di |settembre 2019|Interventi, News, Vario|0 Commenti

Questa iniziativa popolare è un grande e pericoloso inganno. Gli argomenti portati a sostegno della rescissione incondizionata della libera circolazione e di fatto degli accordi bilaterali con l’Unione europea sono dei problemi presenti, in alcune situazioni anche gravi, ma la soluzione non sta nel gettare totalmente al vento le relazioni tra la Svizzera e la Comunità europea. A causa della clausola ghigliottina non è infatti possibile disdire un accordo soltanto. L’accettazione dell’iniziativa farebbe quindi cadere tutto il pacchetto di accordi conclusi nel 1999 precludendoci l’accesso al nostro principale mercato.
Il dumping salariale, la disoccupazione e sottooccupazione, il degrado in alcuni settori del mondo del lavoro sono problemi, una realtà presente, da risolvere, non da strumentalizzare a fini politici. Rescindendo la libera circolazione non avremmo salari più alti e i disoccupati ticinesi non troverebbero un lavoro, né domani né fra 2 anni. Anzi, il danno economico che provocherebbe la caduta dei bilaterali ci renderebbe tutti più deboli e precari. Quanto affermato da anni ed entrato nella retorica di tanti, è privo di fondamento: i problemi che viviamo li ha generati l’evoluzione economica e sociale, l’irresponsabilità di taluni padroni e direttori di azienda, l’irresponsabilità di alcuni cittadini, la trasformazione in corso nel terziario che in passato ci ha abituati a decenni di benessere.
La via bilaterale è uno strumento non un fine e con essa anche la libera circolazione. Utilizziamola a nostro favore e non contro! […]

1109, 2019

Congedo paternità, iniziativa popolare e controprogetto indiretto

Di |settembre 2019|Interventi, News, Vario|0 Commenti

La politica famigliare deve evolvere con la società. Cambiano le abitudini, i ruoli e le aspettative tanto nella vita privata quanto nel mondo del lavoro. È innegabile, tutto va sempre più veloce e le esigenze sono costantemente in crescita. Nel mondo del lavoro giustamente si chiedono flessibilità e disponibilità, aumentano la complessità e la velocità. Ne conseguono una crescita degli squilibri e una marcata tendenza all’individualismo. A risentirne sono la vita comunitaria, la disponibilità a condividere, e il coraggio di assumersi la grande responsabilità di vivere un rapporto di coppia duraturo e di crescere una famiglia. Le statistiche mostrano chiaramente questa evoluzione: individualizzazione e de-responsabilizzazione.
L’introduzione di un congedo paternità minimo a livello nazionale – 2 settimane a tutti i neo-papà da utilizzare nei primi 6 mesi dopo la nascita – non è una conquista, ma è un atto dovuto nei confronti delle famiglie, delle madri e dei padri, e dei figli che di fatto sono il futuro del nostro Paese.
Negli ultimi anni parecchie aziende (anche medio-piccole), tanti Cantoni e Comuni, hanno già introdotto questo istituto di politica famigliare. Ora è il momento di fissare una base minima a livello nazionale. I tempi sono maturi, anzi siamo in ampio ritardo. […]

2708, 2019

Una politica ambientale fondata sulla ragione

Di |agosto 2019|Articoli, News|0 Commenti

La politica climatica non si limiti a slogan e azioni simboliche. Agli scioperi e agli striscioni devono seguire atti concreti e realizzabili nei differenti livelli istituzionali. Il cambiamento climatico è realtà. Sulle cause e sugli sviluppi anche il mondo scientifico è diviso. Nella quotidianità abbiamo tutti ampi margini per assumere atteggiamenti maggiormente orientati alla responsabilità e alla sostenibilità. Servono poi senz’altro nuove politiche, ma occorre anche riconoscere quanto già realizzato negli ultimi decenni. La politica climatica non è un’invenzione del 2019, non deve essere un dogma e non è monopolio di pochi eletti. Il PPD è al fronte da decenni, basti citare l’articolo costituzionale federale per la protezione dell’ambiente inserito nel 1971, la svolta energetica promossa da Doris Leuthard e l’impegno per la mobilità elettrica. Il margine di manovra resta ampio. […]

2608, 2019

Newsletter – agosto 2019 – La campagna per le Federali del 20 ottobre è lanciata!

Di |agosto 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

Care concittadine e cari concittadini,
care amiche e cari amici,

fra 5 settimane si inizierà a votare per eleggere i nuovi rappresentanti ticinesi in Consiglio nazionale e al Consiglio degli Stati.

Con umiltà, mi ripresento per una nuova legislatura in cui vorrei fare tesoro delle esperienze acquisite e assumermi ancora maggiori responsabilità a Berna.
Amo il mio Paese, amo l’attività che svolgo e, con i pregi e i difetti che mi contraddistinguono, mi permetto di chiedere di rinnovarmi la fiducia. Da parte mia posso garantirvi: impegno, presenza, efficacia.

Trovate maggiori informazioni su www.marcoromano.ch: segnalo un recente intervento pubblico dove illustro le mie motivazioni in questa […]

2508, 2019

Intervento al Congresso PPD Ticino – Elezioni federali 2019 – 25 agosto 2019, Airolo

Di |agosto 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

Quattro anni fa con il vostro straordinario sostegno ho ottenuto un risultato elettorale eccezionale. Mi ha dato tanta energia durante l’intera legislatura. Con gratitudine verso chi mi sostiene ho fatto del mio meglio con successi e insuccessi, ma sempre convinto delle nostre idee.

Mi ripresento motivato per una nuova legislatura in cui vorrei poter fare tesoro delle esperienze acquisite e assumermi ancora maggiori responsabilità nel gruppo parlamentare e nel Parlamento.

Amo il mio Paese, amo l’attività che svolgo e – con i pregi e i difetti che mi contraddistinguono – mi permetto di chiedervi di rinnovarmi la fiducia. In questa campagna elettorale serve uno sforzo superlativo.

Da parte mia, come vedete nella mia immagine di campagna, vi garantisco, amiche ed amici: IMPEGNO, PRESENZA ED EFFICACIA. […]

1908, 2019

Il margine di manovra esiste!

Di |agosto 2019|Articoli, News|0 Commenti

L’autunno è dietro l’angolo, non manca quindi molto alla comunicazione dei premi di cassa malati per l’anno prossimo. L’estate ha già dato i primi segnali in linea con il passato recente: i premi, strettamente connessi ai costi globali della salute, continueranno a salire. Il peso maggiore lo porta il ceto medio: una famiglia di quattro persone paga circa 15’000 franchi di premi all’anno. Mentre le entrate stagnano, cresce la quota parte destinata ai costi della salute senza poter (non che lo si voglia!) beneficiare di aiuti statali nella forma di sussidi. Il budget familiare ne risente tanto quanto l’insoddisfazione nei confronti della politica incapace da decenni di realizzare riforme utili a modificare la tendenza.

Il sistema sanitario svizzero è d’eccellenza ma molto complesso. Non esistono soluzioni semplici e veloci. La situazione è tesa. Tutti gli attori del sistema, non solo il regolatore (la politica), sono fermi in attesa che siano “altri” a compiere un primo passo. Non è “tutta colpa delle casse malati”, è l’intero apparato a generare costi crescenti. Di conseguenza si è chiamati a pagare sempre più tramite premi e, senza accorgersene, tramite le imposte. La coperta è corta. […]

108, 2019

Allocuzione del 1° agosto 2019

Di |agosto 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

Auguri Svizzera! Care concittadine e cari concittadini, autorità presenti, signore e signori: buon 1° agosto.

La festa nazionale è un momento privilegiato e simbolico per riflettere e guardare al nostro Paese. La vostra presenza questa sera conferma il desiderio di condividere un momento di comunità e di celebrare la Festa nazionale: un evento simbolico che deve unire. Grazie per la partecipazione!

Come ogni Paese o comunità o famiglia, la Svizzera vive successi e insuccessi, incontra gioie e sofferenze, momenti positivi e criticità. Nel contesto internazionale siamo comunque privilegiati, nei primi posti di numerosi ranking internazionali, in molti aspetti fortunati e anche laddove vi sono difficoltà disponiamo di basi forti per attutirle. Siamo un modello di successo, dove non è tutto perfetto, ma dove vi sono le condizioni quadro per gestire le grandi sfide del presente. Non è tutto scontato o evidente, come taluni potrebbero pensare. Non è frutto del caso o del destino, ma è il risultato di un’opera secolare generata in larghissima misura dalle donne e dagli uomini che vivono questo Paese.
[…]

307, 2019

Due iniziative dannose per il settore primario!

Di |luglio 2019|Articoli, News, Vario|0 Commenti

La Svizzera è piccola, ma variegata. Tradizionalmente pensiamo all’eterogeneità culturale e linguistica, ma anche a livello territoriale e di attività troviamo una grande varietà in spazi molto ristretti. Accanto a montagne e laghi, nel piano e in collina convivono attività agricole, industriali e di servizi, tanto in prossimità degli agglomerati cittadini quanto nelle periferie. Il settore primario è parte integrante del nostro territorio e della nostra economia. La ristrettezza degli spazi impone grande prudenza nella gestione delle varie attività anche in ottica di protezione e rispetto per l’ambiente e le risorse naturali.

Attualmente alle Camere federali sono pendenti due iniziative popolari […]