Stimate Concittadine e stimati Concittadini,

Nell’ottobre 2011 sono stato eletto in Consiglio nazionale grazie al sostegno delle cittadine e dei cittadini ticinesi che hanno creduto in me.

Il risultato ottenuto mi onora e mi rende orgoglioso.

Sono un ragazzo fortunato che ha potuto fare della politica un componente importante della sua vita.

Amo la Svizzera, il Ticino e la sua gente. Voglio ricambiare questa fiducia con massima determinazione e impegno per costruire la Svizzera di domani.

Ultimi articoli

Allocuzione 1° agosto 2018 – Centro Spazio aperto Bellinzona

Il 1° di agosto non è solo un giorno di vacanza da trascorrere indossando la maglietta rossocrociata e grigliando con gli amici. La Festa nazionale deve essere anche un momento di unione e di riflessione sulla stato della nostra Patria.
Con il giusto riferimento al Patrono nazionale, San Nicolao della Flüe, focalizziamo l’attenzione al tema dell’unità. Come cittadino che ha l’onore di impegnarsi per il Paese nel Parlamento federale mi pongo spesso la domanda: la Svizzera, la sua popolazione e le sue istituzioni, sono unite oggi? Quanto sono unite e cosa le unisce?
Il mio intervento vuole essere uno stimolo alla riflessione e non una digressione storica. Di conseguenza rispondo subito al quesito affermando che, a mio giudizio, la Svizzera è oggi una Nazione globalmente unita, coesa, nelle grandi diversità che la contraddistinguono. L’incredibile eterogeneità (lingue, culture, territorio) che ci contraddistingue, nei tempi moderni non compromette l’unità. Concordia, armonia e solidarietà sono sinonimi di unità e questi valori fanno, più o meno inconsciamente, parte della Svizzera del presente.
Spero possiate condividere: il quadro generale – sia in termini assoluti sia relativi se guardiamo al di fuori dei nostri confini – è positivo. Quanto è dato non va relativizzato. Anzi va coltivato per continuare il percorso di successo vissuto negli ultimi decenni e per correggere le distorsioni sociali ed economiche che si sono create. Unità non significa perfezione e assenza di problemi. Ma, non è retorica, un Paese unito, come una famiglia, ha carte migliori per affrontare le sfide cui è confrontato. […]

Newsletter giugno 2018 – sessione estiva delle Camere federali

Gentili signore ed egregi signori, amiche ed amici,
“c’è una forza motrice più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà.” (cit. A. Einstein)…l’estate è iniziata, ma l’impegno politico non si ferma.

Settimana scorsa si è chiusa la sessione estiva delle Camere federali. Tredici giorni di lavori parlamentari. Abbiamo, tra le decine di trattande, discusso tre iniziative popolari, rivisto il diritto societario e quello degli acquisti pubblici, nonché prorogato la Legge federale sugli aiuti finanziari per la custodia di bambini complementare alla famiglia (ulteriori 130 milioni!).

[…]

Ristorni frontalieri: cosa fare?

Articolo pubblicato su “La Regione”, 19.06.2018

Che fare con i ristorni? Il Governo ha deciso e ha spiegato. Fiducia all’Italia con l’auspicio di trovare un’intesa per progetti transfrontalieri con le vicine Regioni. Obiettivo condiviso, ma avrei […]